Pier Antonio Quarantotti Gambini

Un article de Wikipédia, l'encyclopédie libre.
Pier Antonio Quarantotti Gambini
Naissance
Pisino, aujourd'hui Pazin en Croatie
Décès
Venise
Activité principale
Auteur
Langue d’écriture italien

Œuvres principales

Les Régates de San Francisco, La Vie ardente

Pier Antonio Quarantotti Gambini (1910-1965) est un écrivain, journaliste et bibliothécaire italien.

Biographie[modifier | modifier le code]

Pier Antonio Quarantotti Gambini descend d'une famille originaire d'Istrie et sensible aux idées irrédentistes. Proche d'Umberto Saba, il obtient son premier succès en 1947 avec le roman L'onda dell'incrociatore[1], librement adapté au cinéma par Claude Autant-Lara en 1960 sous le titre Les Régates de San Francisco[2].

Bibliographie[modifier | modifier le code]

Fiction[modifier | modifier le code]

  • I nostri simili (racconti), Solaria, Firenze, 1932; Collana I Coralli n.33, Einaudi, Torino, 1949; Collana Nuovi Coralli, Einaudi, 1981.
  • La rosa rossa (romanzo), Treves, Milano, I ed. 1937 (a puntate sulla rivista Pan, 1937); con 2 capitoli inediti, Garzanti, 1947, Collana I Coralli n.113, Einaudi, Torino, 1960; Collana Nuovi Coralli, Einaudi, 1972.
  • Le trincee (racconto), Collana Narratori Contemporanei n.9, Einaudi, Torino, 1942.
  • L'onda dell'incrociatore, Einaudi, Torino, 1947-1962; Collana Oscar Mondadori, Milano, 1966; Collana Nuovi Coralli, Einaudi, I ed. 1976; Collana La Memoria, Sellerio, Palermo, 2000; Collana Oscar Moderni, 2019.
  • Amor militare, Collana I Coralli n.64, Einaudi, Torino, I ed. 1955; in Opere scelte, Bompiani, Milano, 2015; Prefazione e cura di Massimo Raffaeli, Collana Oscar Moderni n.422, Mondadori, Milano, 2021, ISBN 978-88-047-2569-5.
    • Seconda edizione riveduta e in parte rielaborata col titolo L'amore di Lupo, Collana I Coralli n.195, Einaudi, Torino, I ed. 1964; Collana Nuovi Coralli n. 195, Einaudi, I ed. 1976.
  • Il Cavallo Tripoli, Collana I Coralli n.74, Einaudi, Torino, I ed. 1956; Collana Nuovi Coralli n. 185, Einaudi, Torino, 1977-1997, ISBN 978-88-06-48074-5.
  • La calda vita (romanzo), Einaudi, Torino, I ed. 1958 - 1970.
  • I giochi di Norma, Collana I Coralli n.198, Einaudi, Torino, 1964.
  • Le redini bianche, Collana I Coralli n.240, Einaudi, Torino, 1967; prefazione di Guido Davico Bonino, Collana Letture per la scuola media, Einaudi, Torino, I ed. 1968; con una nota biografica di Daniela Picamus, Isbn Edizioni, 2011, ISBN 978-88-7638-298-7.
  • La corsa di Falco, Collana I Coralli n.254, Einaudi, Torino, I ed. 1969.
  • Gli anni ciechi, Collana Supercoralli, Einaudi, Torino, 1971.

Poésie[modifier | modifier le code]

  • Racconto d'amore (libro)|Racconto d'amore, Collana Quaderni dei Narratori Italiani n.8, Mondadori, Milano, 1965.
  • Al sole e al vento, Collezione di poesia, Einaudi, Torino, 1970.

Essais[modifier | modifier le code]

  • Primavera a Trieste: ricordi del '45, Collana Medusa (collana)|La Medusa degli italiani n.58, Mondadori, Milano, 1951; Con una lettera al Presidente della Repubblica e altri scritti, Collana Quaderni dei narratori italiani, Mondadori, 1967; con altri scritti, Prefazione di Carlo Bo, Trieste, Edizioni Italo Svevo / Dedolibri, 1985, ISBN 978-88-7800-001-8; Introduzione di Elvio Guagnini, con uno scritto di Claudio Magris, Collana Oscar Storia n.126, Mondadori, Milano, 2018, ISBN 978-88-046-8360-5.
  • Sotto il cielo di Russia, Collana Saggi n.321, Mondadori, Milano, I ed. 1963.
  • Luce di Trieste, Eri, Torino, 1964.
  • I Nobili di Rovigno e delle altre città istriane, diritti e privilegi, Deputazione di storia patria per le Venezie, Venezia, 1968.
  • Il poeta innamorato. Ricordi, Collana L'anello d'oro, Edizioni Studio Tesi, Milano, 1984.
  • Neve a Manhattan, a cura di Raffaele Manica, Collana Le Porte, Fazi Editore, Roma, 1998, ISBN 978-88-8112-062-8.
  • Il ritorno del fante (Tutti quei soldati), (testo scritto nel 1961 per un documentario della RAI sulla Prima Guerra Mondiale, finora inedito), saggio di Daniela Picamus, postfazione di Fabio Todero, Libreria Antiquaria Drogheria 28 - IRCI, 2015.

Adaptations au cinéma[modifier | modifier le code]

Références[modifier | modifier le code]

  1. Pier Antonio Quarantotti Gambini, trad. Laïla Taha-Hussein, Soleil et vent, p. 8.
  2. Fiche du film sur la base de données IMDb.

Liens externes[modifier | modifier le code]